Vento e Luce

La vita è sinestesia.

Archive for the ‘Letteratura’ Category

E ripensando…

leave a comment »

Vecchie foto Il ricordo è un modo di incontrarsi.

Khalil Gibran

Perché a quanto pare anche questo autore è una cosa in comune,
come il luogo nella foto.

Annunci

Pausa nella pausa

with 2 comments

Sono qua in una breve parentesi tra due periodi di mare, uno trascorso e l’altro ancora da godere appieno! Non è che abbia molto da scrivere quest’oggi, sarà il caldo torrido da clima subsahariano che opprime, ma dopo una notte quasi insonne le parole in testa impiegano un po’ ad arrivare…

In ogni caso questa bellissima frase (in tema?) di uno dei miei autori/artisti/filosofi preferiti ve la devo lasciare:

Ho conosciuto il mare meditando su una goccia di rugiada.

Meditate gente, meditate!

Written by Gio

agosto 6, 2008 at 9:47

L’importanza

with 3 comments

Innanzi tutto: come mai questo silenzio? Semplice carenza di idee! Niente paura esisto ancora (per la gioia di molti), è solo che da un po’ di tempo non trovo qualche minuto per scrivere qualcosa di diverso da interventi con video, statistiche e testi di canzoni. Ma sto già tornando sulla retta via: l’Assidua Commentatrice mi ha prestato un libro davvero molto bello. Incasinato, ma bello. Ricco di frasi profonde che, per quel che mi riguarda, rispecchiano il mio modo di vedere le cose. Spesso non condiviso, ma che sulla mia pelle si è rivelato, nel bene e nel male, vero e provato.

Beh, dal momento che siamo qua ve ne propongo qualche spezzone, no?

Leggi il seguito di questo post »

L’arcobaleno sulla collina

leave a comment »

arcobaleno

Parte I


        Pioveva ancora. Pioveva dalle prime luci dell’alba, e aveva cominciato quando era andata a letto. Pioveva, ma ormai sembrava avere intenzione di smettere. Lei era ferma immobile alla finestra, incantata dalle gocce che cadevano regolari dal filo della biancheria. Era raro che piovesse così tanto in quella stagione, la gente era abituata per lo più a torride giorante afose arrostite dal sole di agosto, alle pianure riarse color mattone, ai campi dorati di grano splendenti alla luce del giorno come e forse più di una distesa di neve. E invece quel giorno era scandito da un frenetico ed energico ticchettio delle gocce che colpivano cadendo il lucernaio sopra la sua testa e il cofano della vecchia macchina posteggiata alla fine del vialetto d’ingresso. Laura sospirò.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Gio

marzo 12, 2008 at 13:40

Disse il vecchio

leave a comment »

«Tutto non si può sapere, perché e per come» disse il vecchio. «All’uccello sono date non quattro ali, ma due, perché anche con due si è capaci di volare; così anche all’uomo è dato sapere non tutto, ma solo la metà o un quarto. Quello che deve sapere per vivere, quello lo sa.»

ČECHOV – La signora con il cagnolino e altri racconti

Maniaco del sapere tutto, credo che farò mia questa frase di un vecchio bracciante letta alla fermata di Ceretolo Nuovo questa mattina :) Per essere precisi il racconto è “Nel Burrone” nella stessa raccolta.

Alla prossima!
Gio.

Written by Gio

marzo 12, 2008 at 11:26

Il Regno della Musica

with one comment

“Il regno della musica non è il regno di questo mondo; accetta anche coloro che la raffinatezza, l’intelletto e la cultura hanno indistintamente rifiutato. La persona comune si mette a suonare, e sale senza alcuno sforzo all’empireo, mentre noi restiamo a guardar su, meravigliandoci che sia riuscita a sfuggirci, e pensando a come l’ameremmo, la adoreremmo, se solo traducesse le sue visioni in parole umane, e le sue esperienze in azioni umane. Forse non può; di certo non lo fa, o lo fa molto di rado. Lucy non l’aveva fatto mai.”
EDWARD MORGAN FORSTERCamera con vista

Written by Gio

marzo 21, 2007 at 16:16

Conosci il tuo strumento

with 2 comments

Come dice “qualcuno” ^^

La vita è come un concerto di violino suonato in pubblico. Conosci lo strumento solo suonandolo.”

Written by Gio

febbraio 28, 2007 at 22:34